Beni e attività culturali

I beni del patrimonio culturale materiale e immateriale rappresentano le risorse più preziose dell’identità territoriale italiana. 4.500 istituti museali, 100 archivi di Stato, 8.200 archivi di enti pubblici territoriali, oltre 50.000 archivi tra atenei, istituzioni culturali, fondazioni, etc., 12.700 biblioteche, oltre 46.000 beni architettonici vincolati. Ma anche 3 milioni di proiezioni cinematografiche in un anno, 140 mila eventi nel settore sport, più di 130 mila spettacoli teatrali, 60 mila mostre, 40 mila concerti. La sfida che oggi caratterizza le prospettive di intervento, da parte pubblica e privata, è quella della gestione sostenibile di tali beni, al fine di metterne a frutto le potenzialità in termini di creazione e potenziamento del capitale sociale, coesione, sviluppo delle competenze e miglioramento della qualità di vita.

Struttura coglie quotidianamente questa sfida, offrendo a enti pubblici e soggetti privati un sistema d’offerta organico e diversificato nei seguenti settori:

  • Project management;
  • Fundraising e progettazione co-finanziata;
  • Sistemi di monitoraggio e valutazione delle performance e della qualità delle attività e dei servizi al pubblico;
  • Costruzione giuridico-istituzionale ed organizzativa di soggetti (fondazioni, associazioni, aziende speciali, etc.) per la gestione di beni e attività culturali;
  • Formazione dei soggetti preposti alla gestione.